L’antisemitismo: le origini e la storia

Dal presunto complotto giudaico ai campi di sterminio

In ogni epoca storica si ravvisano meccanismi di rappresentazione della realtà che sono il prodotto di pregiudizi o stereotipi artificiosamente creati per ragioni politiche, religiose e strategiche. Tra queste vi è l’antisemitismo. Dal Medioevo fino ai giorni nostri gli Ebrei sono stati considerati ora come i responsabili della morte di Cristo, ora come affaristi pronti a dominare il mondo, ora come artefici di un presunto complotto
giudaico-bolscevico.

Questo excursus storico ha il fine di esaminare le principali tappe dell’antisemitismo, e le ragioni più profonde di un mai del tutto sopito odio contro gli Ebrei.

Clicca qui per scaricare Policlic n. 3 e leggere l’articolo

LASCIA UN COMMENTO

Inserire commento
Inserire nome qui