Redazione

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.13″ custom_margin=”||0px|” custom_padding=”||50px|”][et_pb_row _builder_version=”3.13″ module_alignment=”left”][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_blurb title=”Direttore generale – Fondatore” _builder_version=”3.13″ header_text_align=”left” header_text_color=”#5b3172″ body_text_align=”left” body_text_color=”#545454″ body_font_size=”12″ border_radii_image=”on|30px|30px|30px|30px” custom_css_blurb_image=”margin-bottom: 0px;”][/et_pb_blurb][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][/et_pb_column][/et_pb_row][et_pb_row _builder_version=”3.13″ module_alignment=”left”][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_blurb title=”William De Carlo” url=”#william” image=”https://www.policlic.it/wp-content/uploads/2019/10/winw.jpg” _builder_version=”3.13″ header_text_color=”#000000″ body_text_color=”#545454″ body_font_size=”12″ border_radii_image=”on|30px|30px|30px|30px” text_orientation=”center” custom_css_blurb_image=”margin-bottom: 0px;”][/et_pb_blurb][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ module_id=”william” module_class=”popup” _builder_version=”3.13″ max_width=”50%” module_alignment=”center” custom_padding=”50px|50px|50px|50px”][et_pb_row use_custom_width=”on” custom_width_px=”800px” custom_padding=”50px|50px|50px|50px” _builder_version=”3.13″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_blurb url=”#william” _builder_version=”3.13″ header_text_align=”center” header_text_color=”#5b3172″ border_radii_image=”on|30px|30px|30px|30px” text_orientation=”center” custom_padding=”50px|50px|50px|50px” custom_css_main_element=”padding: 50px!important;” custom_css_blurb_image=”width: 200px;”]

William De Carlo

Sono William De Carlo (classe 1989), frequento il corso di Dottorato di ricerca in “Studi Politici” presso l’Università di Roma “La Sapienza” e ricopro il ruolo di direttore generale per Policlic.it.

Dopo aver conseguito la laurea triennale in Scienze Politiche presso l'”Università del Salento”, mi sono trasferito a Roma dove ho conseguito la laurea Specialistica in “Relazioni Internazionali”.

Essendo consapevole di quanto sia importante l’Informazione per smuovere le coscienze e animare gli individui, ho dato vita, nel “lontano” 2015, al progetto Policlic.it. Una volta giunto nella città eterna, nel 2017, sono rimasto folgorato dall’ambiente “cosmopolita” in cui mi sono ritrovato a vivere e a operare. Ho compreso sin da subito, infatti, la necessità di incanalare tutte le risorse che la capitale mi offriva per dar vita a un progetto di più ampio respiro in ambito sociale e giornalistico. Integrato nel sistema universitario/sociale, poi, non è stato difficile trovare dei colleghi che nutrissero la mia stessa passione per la Conoscenza e per l’In-Formazione. Ad oggi, quei colleghi rappresentano i pilastri di un progetto che vede coinvolti, giorno dopo giorno, un numero sempre crescente di studiosi appartenenti alle più disparate aree scientifico-culturali.
Oltre alla politica e alla storia, coltivo da sempre un altro hobby: la musica. Ho studiato “batteria” per quattro anni e mi ritengo un buon conoscitore del panorama musicale internazionale. L’ultima caratteristica degna di nota è il mio essere un fervente animalista, motivo per il quale supporto diverse associazioni animaliste e ambientaliste.
[/et_pb_blurb][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.13″ custom_margin=”0px||0px|” custom_padding=”0px||50px|”][et_pb_row custom_padding=”0px||0px|” custom_margin=”0px||0px|” make_equal=”on” _builder_version=”3.13″][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_blurb title=”Redazione politica” _builder_version=”3.13″ header_text_align=”left” header_text_color=”#5b3172″ body_text_color=”#545454″ body_font_size=”12″ border_radii_image=”on|30px|30px|30px|30px” custom_css_blurb_image=”margin-bottom: 0px;”][/et_pb_blurb][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][/et_pb_column][/et_pb_row][et_pb_row custom_padding=”0px||0px|” custom_margin=”0px||0px|” make_equal=”on” _builder_version=”3.13″][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_blurb title=”Guglielmo Vinci” url=”#guglielmo” image=”https://www.policlic.it/wp-content/uploads/2019/09/Vincimin.jpg” _builder_version=”3.13″ header_text_color=”#000000″ body_text_color=”#545454″ body_font_size=”12″ border_radii_image=”on|30px|30px|30px|30px” text_orientation=”center” custom_css_blurb_image=”margin-bottom: 0px;”][/et_pb_blurb][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_blurb title=”Luca Di San Carlo” url=”#lucadi” image=”https://www.policlic.it/wp-content/uploads/2019/09/Disancarlomin.jpg” _builder_version=”3.13″ header_text_color=”#000000″ body_text_color=”#545454″ body_font_size=”12″ border_radii_image=”on|30px|30px|30px|30px” text_orientation=”center” custom_css_blurb_image=”margin-bottom: 0px;”][/et_pb_blurb][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ module_id=”guglielmo” module_class=”popup” _builder_version=”3.13″ max_width=”50%” module_alignment=”center”][et_pb_row _builder_version=”3.13″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_blurb url=”#william” _builder_version=”3.13″ border_radii_image=”on|30px|30px|30px|30px” text_orientation=”center” custom_css_blurb_image=”width: 200px;”]

Guglielmo Vinci

Sono Guglielmo Vinci, ho 28 anni e sono di Roma.
Sono uno studente del corso di Laurea Magistrale in Relazioni Internazionali presso l’Università “La Sapienza”.

Mi piace scrivere, fin troppo (ma su questo…”sto lavorando per voi”) : fin dai tempi in cui ero uno studente di liceo classico ho dedicato tempo, energie e dedizione nello scrivere articoli, recensioni ed analisi di vario tipo poi pubblicate sulla testata scolastica.

Quello che era un piacevole hobby si è poi trasformato per me in lavoro quando per due anni, durante l’università, ho avuto modo di lavorare in una web-radio e di parlare,tra le varie cose, di musica (una delle mie grandi passioni).

Nel mio piccolo, cerco ogni giorno di mantenere vivo il mio interesse verso argomenti quali la storia, l’attualità politica, la filosofia e l’arte (ho anche una vita, tranquilli) .

Come? Informandomi il più possibile e non accontentandomi di conoscere una sola faccia della medaglia.

Cosa mi piace :  l’Irlanda, il Metal ed una pinta di Guinness mentre scrivo.
Cosa non mi piace : l’arte (…) contemporanea.
Segno particolare : Politicamente scorretto.

Da quasi tre anni faccio parte della squadra di Policlic.it.
In qualità di Responsabile dell’area “Politica Estera“, mi occupo principalmente dell’analisi dei fatti e gli avvenimenti politici che avvengono aldifuori del nostro Paese.

Quoth the raven, `Nevermore’ ! (Edgar Allan Poe)

[/et_pb_blurb][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ module_id=”alessio” module_class=”popup” _builder_version=”3.13″ max_width=”50%” module_alignment=”center”][et_pb_row _builder_version=”3.13″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_blurb url=”#william” _builder_version=”3.13″ border_radii_image=”on|30px|30px|30px|30px” text_orientation=”center” custom_css_blurb_image=”width: 200px;”]

Alessio Marsili

Nato nel 1993, diploma di liceo linguistico, conseguita la Laurea Triennale in “Scienze Politiche e Relazioni Internazionali” all’Università degli Studi Roma Tre ho scelto di proseguire il mio percorso di studi nell’altra università di Roma, La Sapienza, frequentando il corso di laurea magistrale “Relazioni Internazionali”.

Qualsivoglia epoca della storia umana possiede determinate caratteristiche specifiche, opportunità, prospettive; ad esse, fanno da contraltare altrettante pressanti sfide che mettono a repentaglio la nostra stessa esistenza. Quella in cui viviamo oggi, dalla complessa interdipendenza – tanto negli aspetti positivi quanto in quelli negativi -, non fa eccezione. Impossibile sottrarsi: affrontare tali sfide, governare i fenomeni e non subirli passivamente, è un imperativo della nostra generazione.

Fare politica, l’attività più elevata cui un essere umano possa votarsi, è esattamente questo: è saper affrontare e risolvere contemporaneamente problemi diversi l’uno dall’altro, saper conciliare posizioni divergenti in una suprema sintesi, saper apprendere costantemente da ciò con cui si entra in contatto ed adattarsi alle varie contingenze, essere in grado di mettersi perennemente in discussione. Per portare a compimento tutto ciò non si può prescindere da capacità critico analitiche, organizzative, interpersonali.

Abilità, queste, che l’ambiente universitario permette di sviluppare. Ed in questo senso, studiare nella tanto bistrattata facoltà di scienze politiche, grazie alla multidisciplinarietà offerta, mi ha permesso di affrontare un percorso di studio tanto vario quanto interessante e sceglierne uno – l’aspetto internazionale – che sin da sempre mi appassiona: relazioni internazionali, politica estera, diplomazia.

Banalità: amo discutere di politica di fronte ad un bicchiere di vino rosso.

Aderire al progetto Policlic, da me “sposato” in tutto e per tutto, offrendo una piattaforma multimediale a tutti coloro che vogliano mettere alla prova le proprie conoscenze e per fornire un’in-formazione più ampia possibile, per ogni genere di figura — dagli intellettuali ai professori universitari, dai giornalisti agli studenti – è allo stesso tempo una sfida ed un’opportunità. Noi ci siamo. E tu, quando sali a bordo?

[/et_pb_blurb][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ module_id=”lucadi” module_class=”popup” _builder_version=”3.13″ max_width=”50%” module_alignment=”center”][et_pb_row _builder_version=”3.13″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_blurb url=”#william” _builder_version=”3.13″ border_radii_image=”on|30px|30px|30px|30px” text_orientation=”center” custom_css_blurb_image=”width: 200px;”]

Luca Di San Carlo

Sono Luca Di San Carlo, ho 25 anni e sono di Gallipoli (Lecce).
Da sempre interessato all’attualità vicina e lontana che mi circonda, ho conseguito una laurea triennale in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali presso l’università del Salento. Attualmente frequento il corso di laurea magistrale in Studi Geopolitici e Internazionali presso lo stesso Ateneo.
Mi piace leggere e scrivere di tutto, dialogare e confrontarmi senza nessun tipo di pregiudizio o preconcetto. I libri sono una parte importantissima della mia vita ma penso anche che il lavoro nella sua dimensione più materiale, di qualsiasi natura esso sia, favorisca la crescita personale. Infatti ho accumulato esperienze lavorative delle più disparate: da aiuto pasticcere a portalettere passando per cameriere. Mi sono avventurato volentieri in questa esperienza editoriale 2.0, scriverò principalmente di interni ma non solo. Seguo il dibattito a sinistra in Italia e in Europa e mi piace, in ogni caso, ricostruire una situazione partendo dal principio, per avere le idee più chiare sia io ma soprattutto chi legge.

[/et_pb_blurb][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.13″ custom_margin=”0px||0px|” custom_padding=”0px||20px|”][et_pb_row custom_padding=”0px||0px|” custom_margin=”0px||0px|” make_equal=”on” _builder_version=”3.13″][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_blurb title=”Redazione storica” _builder_version=”3.13″ header_text_align=”left” header_text_color=”#5b3172″ body_text_color=”#545454″ body_font_size=”12″ border_radii_image=”on|30px|30px|30px|30px” custom_css_blurb_image=”margin-bottom: 0px;”][/et_pb_blurb][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][/et_pb_column][/et_pb_row][et_pb_row custom_padding=”0px||0px|” custom_margin=”0px||0px|” make_equal=”on” _builder_version=”3.13″][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_blurb title=”Federico Paolini” url=”#paolini” image=”https://www.policlic.it/wp-content/uploads/2019/10/paolininw1.jpg” _builder_version=”3.13″ header_text_color=”#000000″ body_text_color=”#545454″ body_font_size=”12″ border_radii_image=”on|30px|30px|30px|30px” text_orientation=”center” custom_css_blurb_image=”margin-bottom: 0px;”][/et_pb_blurb][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.13″ custom_margin=”0px||0px|” custom_padding=”0px||20px|”][et_pb_row custom_padding=”0px||0px|” custom_margin=”0px||0px|” make_equal=”on” _builder_version=”3.13″][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_blurb title=”Redazione filosofia” _builder_version=”3.13″ header_text_align=”left” header_text_color=”#5b3172″ body_text_color=”#545454″ body_font_size=”12″ border_radii_image=”on|30px|30px|30px|30px” custom_css_blurb_image=”margin-bottom: 0px;”][/et_pb_blurb][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][/et_pb_column][/et_pb_row][et_pb_row custom_padding=”0px||0px|” custom_margin=”0px||0px|” make_equal=”on” _builder_version=”3.13″][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_blurb title=”Vincenzo Martucci” url=”#martucci” image=”https://www.policlic.it/wp-content/uploads/2019/10/martuccinw.jpg” _builder_version=”3.13″ header_text_color=”#000000″ body_text_color=”#545454″ body_font_size=”12″ border_radii_image=”on|30px|30px|30px|30px” text_orientation=”center” custom_css_blurb_image=”margin-bottom: 0px;”][/et_pb_blurb][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.13″ custom_margin=”0px||0px|” custom_padding=”0px||20px|”][et_pb_row custom_padding=”0px||0px|” custom_margin=”0px||0px|” make_equal=”on” _builder_version=”3.13″][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_blurb title=”Editing” _builder_version=”3.13″ header_text_align=”left” header_text_color=”#5b3172″ body_text_color=”#545454″ body_font_size=”12″ border_radii_image=”on|30px|30px|30px|30px” custom_css_blurb_image=”margin-bottom: 0px;”][/et_pb_blurb][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][/et_pb_column][/et_pb_row][et_pb_row custom_padding=”0px||0px|” custom_margin=”0px||0px|” make_equal=”on” _builder_version=”3.13″][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_blurb title=”Francesco Finucci” url=”#finucci” image=”https://www.policlic.it/wp-content/uploads/2019/09/finuccimin.jpg” _builder_version=”3.13″ header_text_color=”#000000″ body_text_color=”#545454″ body_font_size=”12″ border_radii_image=”on|30px|30px|30px|30px” text_orientation=”center” custom_css_blurb_image=”margin-bottom: 0px;”][/et_pb_blurb][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ module_id=”paolini” module_class=”popup” _builder_version=”3.13″ max_width=”50%” module_alignment=”center”][et_pb_row _builder_version=”3.13″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_blurb url=”#william” _builder_version=”3.13″ border_radii_image=”on|30px|30px|30px|30px” text_orientation=”center” custom_css_blurb_image=”width: 200px;”]

Federico Paolini

Giornalista pubblicista dal 2016, laurea magistrale in Relazioni Internazionali presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università La Sapienza di Roma.

Mi interesso di politica in tutte le sue forme, nazionale ed internazionale. In particolare cerco di rintracciare nella storia politica del nostro Paese e non, le chiavi di lettura del contesto attuale, sempre in ottica comparativa e per quanto possibile non nostalgica.

Ritengo necessario un ritorno all’utilizzo diffuso dell’analisi e del pensiero critico, per questo ho sposato convintamente il progetto di Policlic. Un progetto ambizioso e senza preclusioni ideologiche, che mira a riaccendere la scintilla della passione per la partecipazione e la riflessione.

Con umiltà e cultura del lavoro spero di contribuire al perseguimento di questi obiettivi fondamentali.

Mi occupo della redazione Storia.

[/et_pb_blurb][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ module_id=”martucci” module_class=”popup” _builder_version=”3.13″ max_width=”50%” module_alignment=”center”][et_pb_row _builder_version=”3.13″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_blurb url=”#william” _builder_version=”3.13″ border_radii_image=”on|30px|30px|30px|30px” text_orientation=”center” custom_css_blurb_image=”width: 200px;”]

Vincenzo Martucci

Classe 1991. Nato in Calabria ed “emigrato” nella Capitale. Interessato alle dinamiche della politica e del mercato internazionale ho conseguito la laurea in Relazioni Economiche Internazionali e proseguito gli studi con il corso specialistico di Relazioni Internazionali. Attualmente laureando, dedico le mie giornate allo studio e all’approfondimento delle tematiche politiche, economiche e sociali nazionali ed internazionali. Amo la natura, la musica, la lettura. Mi piace il “nuovo”.

L’estrema curiosità che mi caratterizza, e che mi spinge ad interrogarmi, è il motivo per cui dedico e dedicherò la mia vita a darmi risposte, o quanto meno a ricercare.

Certo della continua mutevolezza della Comunità, nella sua dimensione politica, economica e sociale, credo nel ruolo dell’uomo e nell’incisività della sua azione in questo grande gioco che è la vita.

Un grande uomo un giorno disse: “Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo.” [Mahatma Gandhi]

Aderisco con convinzione al progetto Policlic perché è una novità nel suo genere. La prospettiva di diffondere informazione ad una platea più ampia possibile attraverso approfondimenti ed opinioni di studenti ed intellettuali è un’opportunità sia per chi scrive che per chi legge. La conoscenza e la consapevolezza sono il motore che, con Policlic, vogliamo contribuire ad alimentare.

[/et_pb_blurb][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ module_id=”finucci” module_class=”popup” _builder_version=”3.13″ max_width=”50%” module_alignment=”center”][et_pb_row _builder_version=”3.13″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_blurb url=”#william” _builder_version=”3.13″ border_radii_image=”on|30px|30px|30px|30px” text_orientation=”center” custom_css_blurb_image=”width: 200px;”]

Francesco Finucci

“Ciao! Mi chiamo Francesco Finucci e sono il responsabile dell’editing per Policlic.

Di professione mi occupo di sicurezza ma ho scritto per diverse testate, incluse AgoraVox, Eastwest, Futuro Quotidiano, Geopolitica e InPress Magazine. Ho inoltre scritto per testate universitarie (Redbrick), ONG (CAAT) e siti specializzati (Globalsecurity.org).

La mia carriera universitaria include un master in Relazioni Internazionali presso l’università di Birmingham e una laurea triennale in cooperazione internazionale e sviluppo alla Sapienza. Parlo inglese, un po’ di francese e ho un amore non corrisposto per il tedesco (anzi, sono quasi certo quest’ultimo mi detesti).”

[/et_pb_blurb][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ module_id=”meta” module_class=”popup” _builder_version=”3.13″ max_width=”50%” module_alignment=”center”][et_pb_row _builder_version=”3.13″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_blurb url=”#william” _builder_version=”3.13″ border_radii_image=”on|30px|30px|30px|30px” text_orientation=”center” custom_css_blurb_image=”width: 200px;”]

Niccolò Meta

Classe 1994, laureato in Relazioni Internazionali presso l’università La Sapienza di Roma e animato da una passione inestinguibile per la storia contemporanea, in particolar modo quella relativa al Novecento.
Coltivando l’ambizione di diventare giornalista, desidero mettermi alla prova con sfide sempre più impegnative in grado di trasformarmi in un professionista degno di questo nome. Ritengo inoltre necessario offrire ai miei coetanei e, più in generale, al pubblico più giovane, una visione dettagliata degli avvenimenti che stanno plasmando la realtà locale e internazionale, cercando al tempo stesso di individuarne le cause prime. La disaffezione mostrata dalle nuove generazioni su temi di fondamentale importanza come la politica e la storia potrebbe infatti essere combattuta stabilendo un legame diretto con le stesse, un rapporto mirato non tanto a “istruirle” o arringarle con notizie faziose, quanto a coinvolgerle nei sofisticati meccanismi della quotidianità. In altre parole, la mia aspirazione più grande sarebbe quella di fare informazione contro la disinformazione.

[/et_pb_blurb][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section fb_built=”1″ module_id=”levy” module_class=”popup” _builder_version=”3.13″ max_width=”50%” module_alignment=”center” custom_padding=”50px||50px|”][et_pb_row _builder_version=”3.13″][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_blurb url=”#william” _builder_version=”3.13″ border_radii_image=”on|30px|30px|30px|30px” text_orientation=”center” custom_padding=”50px||50px|” custom_css_blurb_image=”width: 200px;”]

Federico Levy

Mi sono laureato in Scienze Politiche a Urbino e in seguito mi sono dedicato alla filosofia, perfezionando la mia formazione prima all’estero (University of Essex, UK) e poi all’Università degli Studi “Roma Tre”. Ho conseguito un master in Consulenza Filosofica e Antropologia Esistenziale nel 2017 presso l’Università Europea di Roma e un diploma in Counseling Esistenziale presso l’Istituto di Scienze Umane ed Esistenziali di Napoli. Opero come counselor filosofico esistenziale nel mio studio professionale insieme a Francesca Guercio, con cui ho fondato Eudaimonia Studio (www.eudaimoniastudio.it; pagina FB). Oltre alle consulenze individuali, conduco gruppi di meditazione filosofica, organizzo corsi di formazione applicando le pratiche filosofiche, faccio tutoring scolastico e, soprattutto, resto sempre in ricerca. Principali interessi: pratiche filosofiche, teoria critica, filosofia dell’esistenza, storia della filosofia contemporanea.

[/et_pb_blurb][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]