Ogni virus sfrutta le cellule degli organismi che infetta e lo fa attraverso delle capsule che contengono materiale genetico. Dato che sulle superfici di queste capsule si rende visibile una forma che ricorda le linee di una corona, il virus che attualmente ci tiene in casa è stato per l’appunto denominato “Coronavirus”. Le punte di questa corona sono particolarmente importanti. Su di esse è infatti presente una proteina che si lega alle membrane cellulari dell’organismo infettato grazie a un recettore (enzima) della cellula: una sorta di goalkeeper, un portinaio, un portiere. In questo modo, il Coronavirus ha accesso alla cellula e vi trasferisce il suo codice genetico (RNA), sfruttando immediatamente gli organuli cellulari per potersi replicare. A questo punto, tali copie lasciano la cellula originaria per andare a infettarne altre. Il Coronavirus contro cui si sta combattendo certamente una battaglia epocale si distinguerebbe da altri virus (e da altri Coronavirus) perché...

leggi tutto