Le teorie del complotto: potere, contropotere e controinformazione

Intervista a Leonardo Bianchi

Foto: SebastianBartoschek/Flickr

Le teorie del complotto, lontane dall’essere un fenomeno nuovo, offrono una potente cartina di tornasole per comprendere i rapporti tra potere, contropotere e controinformazione. Leonardo Bianchi, da anni osservatore di questo fenomeno, è intervistato da Policlic per metterne in luce alcuni degli elementi chiave, offrendo così degli strumenti per comprendere gli sviluppi futuri.

Clicca qui per scaricare Policlic n. 3 e leggere l’articolo

CONDIVIDI
Articolo precedentePoliclic n. 3
Articolo successivoL’arma delle fake news per ampliare il consenso
Francesco Finucci
Di professione mi occupo di sicurezza ma ho scritto per diverse testate, incluse AgoraVox, Eastwest, Futuro Quotidiano, Geopolitica e InPress Magazine. Ho inoltre scritto per testate universitarie (Redbrick), ONG (CAAT) e siti specializzati (Globalsecurity.org). La mia carriera universitaria include un master in Relazioni Internazionali presso l'università di Birmingham e una laurea triennale in cooperazione internazionale e sviluppo alla Sapienza. Parlo inglese, un po' di francese e ho un amore non corrisposto per il tedesco (anzi, sono quasi certo quest'ultimo mi detesti)."

LASCIA UN COMMENTO

Inserire commento
Inserire nome qui