Policlic n. 5

Scarica QUI la Rivista n. 5 di Policlic

Policlic n. 5 parla di Italia indagando sulle cause di una crisi senza fine, attraverso analisi storiche del processo di unificazione, del take off industriale, del crollo del fascismo. La strada percorsa incontra approfondimenti sui problemi irrisolti della sinistra italiana e sugli strumenti ordinamentali di contrasto al pericoloso rapporto tra mafia, politica e mercato. Si è deciso, inoltre, di dare spazio a due autorevoli voci: il giornalista Andrea Colombo e il professore di Scienza Politica Gianfranco Pasquino. Il pungente editoriale del primo illumina gli anni di piombo, proponendo una interessante teoria sulla fine della Prima Repubblica. La stimolante intervista al secondo, invece, offre una chiara rappresentazione dello stato di salute della democrazia italiana.
Infine, si offre al lettore una recensione della celebre serie TV The Man in the High Castle, che ci permette di immaginare come la storia avrebbe potuto essere.

Di seguito una panoramica generale sul contenuto della rivista.

QUANDO IL CONFLITTO ERA IL MOTORE D’ITALIA
di Andrea Colombo
Il numero 5 di Policlic sulla crisi senza fine del nostro Paese parte con l’editoriale di Andrea Colombo, in cui l’autore propone l’interessante teoria secondo la quale la Prima Repubblica non sarebbe finita con Tangentopoli. Una fiammata che illumina i famosi “anni di piombo” per una migliore comprensione dell’Italia di allora e quella di oggi.

L’ITALIA: DALL’UNIFICAZIONE ALLA QUESTIONE MERIDIONALE
Analisi storica delle conquiste e delle contraddizioni dell’Italia unita fino ai giorni nostri
di Luca Battaglia
Le spinte autonomiste e le contrapposizioni tra il Nord e il Sud Italia, mai del tutto sopite, sono riaffiorate anche in questi ultimi mesi segnati dalla pandemia di COVID-19. Per poter meglio comprendere la portata di tali fattori, è necessario un excursus storico che indaghi con approccio analitico le cause dell’attuale divario tra Nord e Sud anche alla luce di un’approfondita analisi della questione meridionale, che continua a rappresentare un’emergenza drammaticamente attuale.

IL TAKE OFF INDUSTRIALE ITALIANO
I fattori dello sviluppo industriale nell’età giolittiana
di Emanuele Del Ferraro
L’età giolittiana fu per l’Italia un periodo di intensa crescita economica e, soprattutto, industriale: lo sviluppo tra il 1896 e il 1913 coinvolse tutti i settori economici e il tasso di crescita fu il più alto mai registrato nell’Italia liberale. Nell’articolo si passano in rassegna i fattori che hanno favorito il take off industriale italiano nel primo quindicennio del XX secolo.

IL CROLLO DEL FASCISMO: RACCONTO DI UN’USCITA DI SCENA
Antefatti, eventi e retroscena del 25 luglio 1943
di Marcello Salvagno
Quali furono gli eventi che condussero alla turbolenta fine del regime fascista e al tramonto del suo duce? L’articolo intende analizzare il ruolo che i principali attori del Gran Consiglio del 25 luglio 1943 ebbero nella destituzione di Mussolini, la parte che ricoprì il re Vittorio Emanuele III, nonché le motivazioni che portarono il dittatore stesso ad agire nel modo che tutti conosciamo.

I PROBLEMI IRRISOLTI DELLA SINISTRA ITALIANA
Il Partito Democratico a un anno dalla formazione del governo giallo-rosso
di Alessandro Lugli
A poco più di un anno dalla formazione del governo PD-M5S, il Partito Democratico si ritrova a dover fare i conti con gli effetti della crisi sanitaria scatenata dalla COVID-19. Se per far fronte all’emergenza si è resa necessaria l’adozione di interventi socioeconomici tipici della tradizione socialdemocratica, oggigiorno molti sono gli indizi che fanno intendere come le storiche problematiche del PD siano ben lontane dall’essere state risolte. L’articolo cerca di individuare tutte le criticità che il Partito Democratico dovrà affrontare una volta conclusasi la pandemia.

PARTITI, MOVIMENTI, RIFORME ISTITUZIONALI
L’opinione del professor Gianfranco Pasquino
di Riccardo Perrone
Il referendum confermativo svoltosi di recente in Italia, inerente alla riforma costituzionale per la riduzione del numero dei parlamentari, ha sancito la vittoria dei “Sì”. Alla luce di questo evento, abbiamo chiesto al professor Gianfranco Pasquino una diagnosi, in prospettiva comparata, sullo stato di salute della democrazia italiana, delle sue istituzioni e delle forze che ne costituiscono l’ossatura imprescindibile.

POLITICA, MERCATO E ASSOCIAZIONISMO MAFIOSO
Gli strumenti di contrasto forniti dall’ordinamento
di Daniela D’adamo
Il lavoro si propone di analizzare il fenomeno del collateralismo mafioso e dei rapporti tra l’associazionismo criminoso e la politica. Si è cercato, nello specifico, di ripercorrere quella che è stata la capacità dei clan mafiosi di “mutare pelle” e di inserirsi nelle dinamiche politiche e di mercato al fine di perseguire i propri scopi. Si è dunque cercato di dare contezza di due strumenti predisposti dall’ordinamento volti a contrastare tali tristi fenomeni: il concorso esterno nel reato associativo e il reato di scambio elettorale politico-mafioso.

THE MAN IN THE HIGH CASTLE
Una serie TV capolavoro per un classico del genere distopico
di Christian Carnevale
Una recensione della celebre serie TV The Man in the High Castle, prodotta da Amazon Studios e andata in onda in Italia dal 2016 al 2019. Rielaborazione cinematografica del romanzo ucronico “La svastica sul sole” di Philip K. Dick, la serie TV, proprio come il libro, riscrive la storia contemporanea modificando l’esito della seconda guerra mondiale a favore di Germania e Giappone.

Buona lettura!

LASCIA UN COMMENTO

Inserire commento
Inserire nome qui